Discorso di Bush a reti unificate sulla crisi finanziaria USA

25 Sep 2008 • 1 min read

ecco una video sintesi del recente discorso di Bush a reti unificate in prime time (prima serata) in USA: c’è poco da stare allegri. Questa volta non sono riusciti a nascondere l’ombra della recessione dietro eventi catastrofici o guerre improvvisate.

Una cosa semplice e banale: qui bisogna incazzarsi a morte contro sta gente che prima ti deruba tutto con i loro giochi di speculazione finanziaria e merita ipocrisia, e poi vengono a piangere miseria chiedendo alla povera gente di fare enormi nuovi sacrifici per risolvere le loro malefatte.

Non deve essere stato facile per Bush, dopo tutto quello che sbandiera, l’essere prima costretto a “nazionalizzare” i più importanti istituti di credito mondiali, e poi una così potente dichiarazione di fallimento pubblica proprio alla vigilia delle nuove elezioni presidenziali.

Questo non è un attacco contro gli USA, tanto meno contro le “destre” o i “conservatori”: in questo gioco di mettere in primo piano la speculazione finanziaria ci sono dentro tutti, ma proprio tutti. Compresi me e te che magari ce ne stiamo zitti a fare i videogiochi o telenovelas e farci fottere dai soliti noti e magari cercare di farcelo pure piacere.

In questo momento è quanto mai necessaria una presa di posizione e la partecipazione a movimenti e progetti di riscossione popolare massivi. Vorrei tanto vedere decina di migliaia di persone venire al Forum di Milano il 17 ottobre e prepararsi e prevenire il peggio, ovvero la degenerazione di questa crisi mondiale in violenza mondiale.