Stefano Cecere: mini biografia

12 Nov 2002 • 1 min read

iniziato con un commodore 64 e una tastiera GEM, ho sviluppato i mondi dell’informatica e della musica in un processo di continua ricerca e intrecciamento tra le tecniche creative e di comunicazione digitale e l’interesse per contenuti e immagini che avessero un “senso” e una intrinseca necessità di essere espressi.

passi inevitabili di questo percorso sono stati: lo sviluppo di videogiochi (Amiga) e di prodotti multimediali (agli albori della teconologia multimediale: CDROM, Flash, realtà virtuale), la partecipazione a diversi progetti musicali (album e jingles) sia in studio che live (tour con 883, Antonella Ruggiero, Franco Battiato, Jovanotti, Jean Michelle Jarre, Syria, Francesca Lago, Erz, Vittorio Cosma).

sempre attento alle nuove tecnologie e alla dimensione esistenzialele, mie attuali ricerche sono indirizzate verso il nostro sistema psicofisico, la psicologia dell’immagine (intesa come rappresentazione strutturata di percezioni) e la potenzialità degli attuali media di “trasferire” senso e sensazioni rivoluzionarie.