al Pronto Soccorso.. ovvero: ma siamo impazziti!?!??!

11 Jul 2004 • 2 min read

l’altro ieri mi é capitato qualcosa che mi auguro non capiti spesso a nessuno: svegliarsi nel cuore della notte e sentire la necessità di andare al pronto Soccorso, perché il tuo corpo si gonfia e prude troppo, per via di una presunta reazione allergica urticante…mi alzo.. mi vesto e salgo in macchina..

non sono neanche le 5:00, non troverò molto traffico.

di fatto arrivo in ospedale in 5 minuti, e mi visitano subito.un antistaminico inframuscolare (= puntura nel sedere!) + una flebo di cortisone é ciò che univocamente propongono.

dieci minuti dopo mi rimandano a casa con l’impegno di tornare in mattinata per la visita col dermatologo.così faccio.al mio ritorno l’atrio di attesa é strapieno, ma l’attesa non dura più di mezz’ora. il Dottore é molto robusto, quanto veloce: allergia orticaria alimentare: fai dieta in bianco per due settimane, prendi sti due antistaminici, uno al mattino e uno alla sera, non guidare perché ti danno sonnolenza, vai giù paga il ticket e torna che ti faccio prenotare per gli esami allergologici..

:!

vado giù, dò alla cassa il foglio che mi ha dato..”sono 35 Euro…”

“scusi, ma per cosa?”

“per l’intervento al pronto soccorso…”

“CCOOOOSAAAAAA?!?!? TRENTACINQUE EURO!?!?!?!?”

“e pensi che una volta pagavano il ticket anche gli ultra sessantacinquenni.. ora lo hanno tolto…”

“ma é una vergogna!!!”

“non so cosa dirle, é così, mi dispiace…”

pago e torno su dal dottore.dò la ricevuta e mi da un foglio epr la prenotazione delle visite. torno giù, faccio la coda e poi presento il foglio.

“visita allergologica.. lo sa che ci vuole un po’, vero?”

” 😕 ”

“per il 10 novembre..

“CCCCOOOOOSSSAAAAA?!?!?! ma non é possibile!”

“é così, mi dispiace, senta, io le faccio non pagare la prenotazione.. così può andare a cercare qualche altra possibilità, intanto”