Ribellati alla paura!

10 Nov 2005 • 2 min read

devo ammettere che in questi giorni sono un po’ più indiganto, ma anche stanco, del solito.

ho avuto anche accenni di nervosismo e di spompamento!

sarà che ho una montagna di lavoro da fare, che sta arrivando l’inverno (o è già arrivato?)..

ma diverse cose stanno iniziando a ridarmi energia e forza!

una è senz’altro il dibattito avuto dalle reazioni a quanto sta succedendo.. in Iraq , a Parigi, in sudamerica..

la comunicazione tra di noi è FONDAMENTALE. e la SIMPATIA (cioè il SENTIRE insieme, vicini) è veramente rigeneratrice..

mi sono piaciuti i vari commenti al post sul video Iraq.. anche del tipo che ci si è scagliato contro..

vorrei rispondere a mollaflex: non credo che ci stiamo molto disgregando, sai? certo c’è e sempre ci sarà una tendenza a conservare la propria diversità.

e ciò è buono. anzi doveroso. ma stanno iniziando a venire fuori le essenze delle cose..

e lì ci si potrà confrontare: dalla comunicazione diretta.

certo noi non ci si è mai schierati a favore (tantomeno insieme) di questa sinistra tutta così contradditoria.

già dai tempi del Kossovo (eravamo là proprio mentre D’Alema ha dato l’appoggio alla guerra) era ben chiara la posizione di questi personaggi.

per noi era abbastanza chiaro che sono troppo coinvolti in quel sistema di cose per cui le truppe, anche se volessero, non possono proprio portarle a casa.

e dato che (alemno questo concedetecelo) abbiam odavvero delle grandi e precise aspirazioni di come si vuole questa amata Terra, non c’è altra cosa se non perseguire e insistere, senza preoccuparci del fallimento.

NON TRADENDO MAI LE PROPRIE PIU’ PROFONDE ASPIRAZIONI.

mai.

ci si vede sabato pomeriggio in Piazza San Babila, Milano.

per le altre città (Roma, Firenze, Torino, Trieste, Bergamo..) vedi www.ilfuturosipuocambiare.org )