i punti di vista

15 Nov 2005 • 2 min read

puntidivista

Tutti i giorni veniamo bombardati da immagini apparentemente “neutre” ed oggettive, ma che in realtà hanno sempre l’obiettivo di mostrarci le cose da un preciso punto di vista. La pubblicità lo fa in modo esplicito, con lo scopo di rendere desiderabile e quindi vendere un prodotto. In altri casi (giornali, televisione, film ecc) l’operazione è meno evidente e quindi più pericolosa: presentare ad esempio gli immigrati come sporchi e cattivi significa scegliere un punto di vista preciso spacciandolo per la realtà.

Ecco un semplice esercizio pratico, da fare necessariamente in compagnia, per capire meglio di cosa stiamo parlando:

Prendiamo uno o più oggetti di uso comune (tutto quello che c’è sul tavolo può andare bene). Ognuno sceglie il punto di vista secondo cui descriverlo (pratico, estetico, storico, geometrico, quello di chi l’ha creato e di chi lo deve vendere ecc) e lo scrive. Quindi si leggono le varie descrizioni.

(Interscambio e considerazioni)

A questo punto risulta evidente che utilizzando punti di vista diversi lo stesso oggetto cambia. Inoltre, due persone che impiegano lo stesso punto di vista potrebbero comunque descrivere l’oggetto in modo diverso, a seconda della relazione che hanno con esso e della loro esperienza.

puntidivista2È dunque chiaro che la realtà non è qualcosa di assoluto e oggettivo, ma dipende dal punto di vista con cui la si guarda. Questo a sua volta è collegato a un interesse preciso, ma non necessariamente esplicito, che di volta in volta è interessante riconoscere.

Per “allenarci” in questa pratica possiamo leggere il giornale o guardare la televisione cercando di scoprire che punto di vista si sta utilizzando nel dare una notizia e a che scopo.

Nel Movimento Umanista diamo molta importanza allo studio dei punti di vista. Addirittura si organizzano seminari e incontri per comprenderli. Alla base di ogni nostro corso di giornalismo si trattano questi temi.

Come altrimenti poter coerentemente aspirare ad un nuovo mondo?

bene. ora che la tua curiosità osi approfondire!