non ci sono colpevoli! che fare? Non ci sarà cambiamento senza riconciliazione.

09 Jan 2008 • 2 min read

Esistono enormi problemi nel mondo che noi non possiamo risolvere: problemi fra culture, sistemi e paesi. Come potremmo risolverli, se non abbiamo a disposizione programmi né piani concreti?

Noi non abbiamo inventato questo mondo. Né abbiamo potere decisionale per cambiare le cose.

Quello che noi diciamo è più umile e si riferisce soltanto al cambiamento dell’individuo e del suo ambiente immediato.

E’ molta la gente che vuole cambiare la sua vita. Ma non potrà farlo se non si riconcilia con il suo passato e con il suo ambiente immediato.

Non ci sarà cambiamento senza riconciliazione.

Per questo noi diciamo: smetti per la prima volta di cercare colpevoli.

Tu e l’altro siete responsabili di ciò che una volta avete fatto, ma nessuno è colpevole di ciò che è successo.

Che si possa dichiarare: “non ci sono colpevoli!”. E si stabilisca come obbligo per ogni essere umano, di riconciliarsi con il suo passato.

Questo comincerà qui e ora, in te e in me, e saremo responsabili del fatto che ciò continui tra coloro che ci circondano…così fino ad arrivare all’ultimo angolo della Terra!

Se la direzione della tua vita non è ancora cambiata hai bisogno di farlo, ma se è già cambiata hai bisogno di rafforzarla.

Affinché tutto questo sia possibile, accompagnami in un atto libero, coraggioso e profondo che sia inoltre un impegno: mettiamoci in piedi…e di fronte al nostro futuro chiediamo: “E’ necessario per me e per altri che cambi o si rafforzi la direzione della mia vita?…”

Allora in silenzio ascoltiamo la nostra voce interna.

“E’ necessario per me e per altri che cambi o si rafforzi la direzione della mia vita?…”

“Voglio cambiare o rafforzare la direzione della mia vita?…”

“Ho speranza che cambierà o si rafforzerà la direzione della mia vita?…”

“Allora che sgorghi in me la Forza e la Luce della vita”.

Oggi e non domani va verso la riconciliazione; abbraccia tua moglie o tuo marito, tuo figlio, tua madre e tuo padre, saluta il tuo amico e il tuo nemico e digli con il cuore aperto: “qualcosa di grande e di nuovo è successo oggi in me”.

Spiega loro poi quello che è successo, affinché anche essi possano portare questo messaggio.

Vorrei ripetere queste frasi:

Oggi e non domani va verso la riconciliazione; abbraccia tua moglie o tuo marito, tuo figlio, tua madre e tuo padre, saluta il tuo amico e il tuo nemico e dì loro con il cuore aperto: “qualcosa di grande e di nuovo è successo oggi in me”, e spiega loro poi quello che è successo, in modo che anche essi possano portare questo messaggio.

Pace, Forza e Allegria!

Silo – Milano, teatro Carcano, 18/10/1981