Stefano Cecere: esperienze politiche

La Politica è l’arte e la scienza del trovare soluzioni win-win per il complesso sistema sociale umano, imparando dalla Storia e tutte le scienze umane e con progetti non per l’immediato tornaconto personale, ma almeno nel medio periodo. Mi risulta difficile non vedere questioni politiche in ogni attività o pensiero umano che implichi più di una persona. Mentre ho sempre visto moltissimi “idioti”, nel senso etimologico di “persone che si disinteressano delle questioni pubbliche”.

Nel caso di attività politica in senso stretto, le mie uniche due esperienze pratiche sono state:

1999

Partecipazione alla lunga campagna di raccolta firme per le elezioni europee per il Partito Umanista. Riuscimmo a presentarci in alcune circoscrizioni e ricordo bene il commento infastidito di Berlusconi che ci avevano dato uguale spazio televisivo quanto la sua Forza Italia.

2007

capolista per le elezioni municipali di Monza con il Partito Umanista. Il M5S non era ancora nato ma c’era molta sintonia con i primi MeetUp e attivisti storici.

Dopo il mio trasferimento a Firenze nel 2008 ho seguito altri temi (formativi, tecnologici e culturali) appoggiando le varie elezioni M5S ma senza candidature dirette. Dal 2013 seguo attivamente diversi Portavoce, studiando Scienze Politiche e interessandomi sopratutto di questioni internazionali e tecnologiche.

Credo sia arrivato il mio momento di mettere a disposizione 30 anni di preparazione in un progetto politico.

2019

mi sono candidato alle Europarlamentarie (le elezioni interne di selezione per le prossime elezioni europee) del Movimento 5 Stelle. Non sono passato.