attenzione ai falsi amici

ATTENZIONE AI FALSI AMICI

(ovvero come ti fregano l’identità su Facebook e poi…)

inizio a parlare del furto dell’identità digitale perché è un problema sempre più grande, che coinvolge anche i giovani digitali e se già abbiamo difficoltà con una lingua che ha 500 anni, figuriamoci quanto lo siamo con dei linguaggi appena nati e che cambiano ogni mese (parlo dell’alfabetizzazione informatica e interazioni social)

mi sono arrivate recentemente un paio di richieste di amicizia da parte di persone che conoscevo già abbastanza bene e che sapevo avere già tra gli amici di FB.

richieste legittime: la foto era la loro, nel loro profilo c’erano i loro dati base che conoscevo, e già qualche amico in comune

la mia prima reazione è stata

  1. mi avevano tolto l’amicizia e ora me la richiedono. ok no problem
  2. gli era stato chiuso l’account e hanno dovuto aprirne uno nuovo. capita

ma un dubbio mi nasce e scrivo subito loro: “che ti è successo? ma sei davvero tu?”

quando non rispondevano sono andato a ricercarli, con nome e cognome, per scoprire che il loro account originario era vivo e vegeto!

in pratica: la prassi di “furto di identità digitale” 🕵️‍♂️ è quella che qualcuno (ormai lo fanno dei programmi in automatico.. chiamati “bot”) prende i tuoi dati e immagini pubbliche, e SI SPACCIA PER TE. sanno chi sono i tuoi amici, la tua data di nascita, i tuoi interessi.. quindi possono crearsi uno storico di foto, chiedere l’amicizia agli amici comuni, ed entrare nelle tue amicizie.

☢️ DOVE E’ IL PROBLEMA? sono moltissimi. e ne parlerò nella Parte 2. ma intanto prova a pensare: come reagiresti a scoprire che quello che pensi essere un tuo amico è in realtà qualcun altro (se non addirittura un robot)?

👨‍🏫 intanto dò un suggerimento: quando accettate amicizie di persone che già conoscete, verificate se sono proprio loro o dei doppioni.

🔜 continua con #AttenzioneAiFalsiAmici

#tecnotip

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Humanist Game Designer, Dad and Educator

I research and develop Edutainment, Game Based Learning, A.I., Parenting, Music, Trascendence and the 2042 Humanist Revolution

Prossimo
Precedente