Attenzione Ai Falsi Amici

ATTENZIONE AI FALSI AMICI (CLONI BOT) E IDENTITA' DIGITALE

è il terzo che vedo in pochi mesi: mi arriva la richiesta di amicizia da qualcuno che avevo già amico da molti anni.. vabbeh me l’aveva tolta e ora me la richiede, o avrà cambiato account.. vedo che ha già una quarantina di amici in comune.. ha inserito i suoi dati base ma nessun post, bacheca vuota. uhmm..

faccio una ricerca sul suo nome e trovo che questo è un doppione.

scrivo all’originale (che è ancora tra i miei amici, e a questo nuovo se era proprio lei e perché richiedeva l’amicizia.. nessuna risposta dopo 48 ore.

e gli amici comuni continuavano a darle amicizia.

COSA E' SUCCESSO? io penso che questi siano CLONI DIGITALI ROBOT ovvero prendono di mira accounts magari usati poco, o da persone poco digitali (sono tutte persone >60 anni), prendono foto e i dati pubblici e ricreano l’account, per iniziare a chiedere l’amicizia a tutti gli amici pubblici.

fino a qui è cosa banale (lo saprei programmare anch’io con poche righe di codice)

la domanda bella è: PERCHE' lo fanno?

sicuramente per accedere alle nostre informazioni personali riservate ai soli amici (vedi email e numeri di telefono che se uno è un minimo attento, non li rende pubblici) oltreché le foto, ed entrare nel nostro ambiente “privato”

ad essere maliziosi fra qualche anno questa persona clonata potrebbe spacciarsi proprio per quella che conoscevamo.. magari lei sarà uscita da Facebook. o altro.. noi non lo sappiamo perché tra duemila contatti molti li perdiamo di vista e magari non era proprio un’amica ma una vecchia conoscenza

questo “bot” potrà in qualche modo influenzare quello che vedo, o fare commenti particolari

COSA FARE: se ti arrivano richieste di amicizia da persone nuove o da vecchie conoscenza, verifica sempre con un messaggio personale che siano loro o quanto meno esseri umani interessati a stare in contatto

il tema dell’Identità Digitale e del furto di identità è solo agli inizi. dobbiamo sapere che esiste e stare attenti.

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Humanist Game Designer, Dad and Educator

studio, sviluppo e insegno nell’intersezione tra Giochi, Tecnologia e Filosofia.

Prossimo
Precedente