Perché è importante studiare_statistica

perché è importante avere qualche conoscenza di probabilità e statistica e perché ci tengo a far giocare tanto i ragazzi con i giochi da tavolo?
perché se c’è una cosa che è intrinseca alla nostra vita, soprattutto in questo periodo storico, è l’incertezza.
e la nostra vita può essere vista anche come una sequenza di “decisioni” da prendere in continuazione.. importanti o frivole, sempre decisioni sono. ma siamo in grado di valutare bene i dati che abbiamo per prendere le decisioni migliori? sappiamo scegliere? o sappiamo di non scegliere?
un’infarinatura di statistica e probabilità ci permette di capire cosa è certo e cosa non lo è, su cosa stiamo costruendo le nostre credenze (magari una percezioni infinitesima), se siamo consapevoli di azzardare o di illuderci.
e poi c’è la questione dei grandi numeri: non sappiamo applicare il teorema di Pitagora… siamo in grado di leggere i grafici o due tabelle di un sondaggio? In un mondo che vive di dati e informazioni, come “pesare” quello che percepiamo? Magari vediamo un caso isolato e lo generalizziamo, o non sappiamo correlare eventi. Il gioco da tavolo in tutto questo è una manna: una “palestra” ideale dove allenarsi a gestire percezione, dati, deduzione e probabilità nel prendere decisioni.

A differenza dei videogiochi, qui si ha, anzi si DEVE avere, una buona conoscenza delle regole del gioco, e quindi si possono valutare al meglio le scelte. Inoltre molti giochi sono a “informazione perfetta”, ovvero si vede tutto quello che c’è da sapere (tipo nel gioco degli scacchi dove non ci sono incognite o eventi probabili), o imperfetta, ma posso dedurre il probabile e l’improbabile perché conosco le regole del gioco (so quante carte ci sono nel mazzo o quante tessere di un determinato colore non sono ancora uscite).. Posso quindi lavorare su quello che so di certo o quello che so di incerto. e valutare una serie di decisioni future (tattica e strategia).
a volte saper vedere la probabilità di un pericolo reale può salvare la vita, o renderla più felice a chi ci sta intorno.

di tutto questo, e molto di più, parlo nel mio libro sulla #Ludosofia, nei #PlayFriday e nei #SabatiMatematici. intanto spero di avervi incuriosito sulla bontà di studiare l’abc della probabilità.

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Play well, Die Happy! Autore, Educatore, Sviluppatore, Umanista, Papà.

Ricerco, Sviluppo e Condivido nell’intersezione tra Giochi, Educazione, Tecnologie Digitali, Creatività, Filosofia e attivismo Umanista per una Politica 2042. Senza troppe aspettative ma almeno mi diverto nel tentativo :) ah e papà 2x

Prossimo
Precedente

Correlato